centoiso.com
Home Immagini Community Risorse Shopping
nel web su centoiso 
Area utenti

Sei su: Community > Forum > Discussioni Off-topic


ViDay

 
soqquadro
membro Junior

messaggi: 27
RASSEGNA DI VIDEOARTE E DEL CORTOMETRAGGIO: ViDay
A CURA: Pamela Cento.
COORDINATOR: Lucia Ciardo.
ARTISTI: Apollo, Arcella, Bonardi, Bramanti, Catton, Cheney, Croci, Dalailara, Davide Coluzzi Daz, De Gregorio, Ebro, Giovanelli, Libero Arbitrio, Madonna, Mazzuoli, Millo, Oipme, Piva, Rottichieri, Valle, Vestoso.
DOVE: Sala Blu del Cinema Filmstudio,
Via Degli Orti D’Alibert 1c – zona Trastevere, Roma.
QUANDO: Sabato 14 aprile 2012.
Primo Tempo ore 18.30/21 – Aperitivo 21.00/21.30 - Secondo Tempo 21.30/24.00
INFO e PRENOTAZIONE BIGLIETTI: www.viday.it - videoarteday@gmail.com

La Rassegna di Videoarte e del Cortometraggio ViDay come location cinematografica ha scelto Filmstudio, il filmclub che ha contribuito, a livello internazionale, a fare la storia dell’arte cinematografica. Numerosi cineasti hanno presentato le loro opere e hanno frequentato il Filmstudio, come ad esempio Pasolini, Godard, Giuseppe Bertolucci, Bernardo Bertolucci, i fratelli Taviani, Moretti, Bellocchio, Amelio, Antonioni, Leone, Moravia, Eduardo, Scola, Monicelli, Ugo Nespolo, Alberto Grifi, Mario Schifano, e tanti altri.
Il Viday è una Rassegna che coinvolge e fa dialogare le opere di ventuno artisti provenienti da tutta Italia: tecniche e stili differenti che dimostrano come l’immagine in movimento sia inarrestabile nel suo progredire trasformandosi.
Al ViDay sono presenti alcune opere video create grazie all’ausilio della computer art, e così è vediamo un giocatore di basket che gioca la partita contro un robot nel video MJ23 dell’artista Apollo; un'entità intelligente che, proveniente dal futuro per ricercare bolle di sapone, rimane intrappolata nel luogo spaziotemporale della città di Vittoria, nell’ opera di Giovanelli; fino a entrare nei mondi sintetici vissuti da coscienze che vivono alterate tra pasticche e schermi televisivi nelle immagini visionarie di Bramanti.
Sono presenti opere video che nascono dal fascino che producono il televisore come strumento, e /o la televisione come frastuono di contenuti, esemplare l’opera Not only off della Bonardi che riatualizza gli inizi della sperimentazione della Videoarte; la seduzione delle immagini volutamente sporche, così “perfette” nelle imperfezioni della loro bassa risoluzione in Rottichieri.
Immagini che nascono sgranate, nella De Gregorio; l’estetica potente di un uomo che per cinque minuti scivola da se stesso dentro una vasca da bagno e che ricorda le “lezioni” warholiane nell’opera Exil onirico di Ebro; il documentare una performance in modo ossessivo in Pistacchiolimonemirtillo di Madonna, dove un uomo per tredici minuti semplicemente guarda, guarda il suo gelato ai tre gusti Italia, che squagliandosi cade a terra in una poltiglia impossibile da rimettere a posto; l’artista Oipme invece taglia e cuce le immagini, utilizzando il montaggio per creare collage visivi, sezionando quadranti differenti in cui ritmicamente si producono narrazioni simultanee; la Catton, con Fame, ci porta dentro il dolore dell’incomunicabilità; Dalailara con il protagonista dei suoi video, il personaggio stilizzato a cui è stato tolto un vero e proprio corpo e che, simile nelle fattezze ad uno smile, diventa esilarante nella sua espressività ironica e cinica che accompagna i suoi brevissimi episodi di vita vissuta; l’artista Millo ci fa invece viaggiare con i suoi video performance che creano disegni “animati” da storie ricche di suggestione e poesia; Mazzuoli ci fa addentrare lungo i sentieri della storia, degli accadimenti che in una data precisa hanno segnato la nostra vita collettiva, davanti ai quali ci si vuole rifugiare ritornando nella placenta; e i Libero Arbitrio ci raccontano, nella formula della narrazione classica e inossidabile del cortometraggio, di due pugili amici e complici anche davanti alla morte. Al ViDay, con gli artisti Arcella e Croci, è presente anche il videoclip. Il linguaggio video deve molto alla musica, grazie ad essa si passò dal semplice video promo, che doveva promuovere un cantante o un gruppo musicale in modo poco creativo, al videoclip capace di creare alte espressioni visive. L’alta con-fusione di musica e immagini certamente si ritrova in Luna dell’artista Piva, video nato dall’unione di composizioni musicali e immagini di computer art. Come si è detto, il video nella sua storia è stato anche video politico, e in questa feritoia entra Valle con i suoi cortometraggi girati in Super 8 che sognano un mondo migliore per l’ambiente.
Per assistere al ViDay si consiglia di fare la prenotazione online direttamente sul sito www.viday.it

07/04/2012 14:52:29
torna a > forum > Discussioni Off-topic                  per rispondere fai il login
annunci fotografia


Sezione Forum

Foto Community
fotografo Francesco Matraxia francescom

Francesco Matraxia
Provincia:

> Scheda fotografo


Popular TAG

Portale dedicato al mondo della fotografia, foto community di appassionati e professionisti fotografi
Centoiso.com © 2001-2022 - Tutti i diritti sono riservati - Privacy e Cookies