Mjercitas

Mjercitas

© Monica Iorio - Tutti i diritti riservati.

By niquette

..ecco la prima di un’infinità foto tra quelle scattate nel corso di un meraviglioso viaggio in Guatemala, fatto insieme al mio compagno..ed al nostro bimbo che cresce nella mia pancia..ebbene sì, sono in dolce, dolcissima attesa! :D
In primo luogo il viso di una bimba, una delle tante “piccole donne” che, con la loro bellezza e tenerezza, rendono ancora più incantevole il volto di questo paese del Centro America..che questa foto possa essere una dedica ideale a tutte le sue donne che, tanto negli anni passati, nel corso della guerra civile terminata solo negli anni Novanta, quanto ancora oggi, così di frequente sono state e continuano ad essere vittime di abusi di ogni tipo: torture, stupri, violenza domestica, discriminazione, prostituzione..un paradosso se si pensa che nella cultura Maya le donne, con il loro legame con la terra ed il mais, sono simbolo di saggezza e conoscenza..
Questo ritratto è stato scattato a bordo di un autobus che da Rio Dulce ci portava a Flores..il Guatemala, a fronte di una ridotta estensione territoriale, non è affatto un paese facile da percorrere: per coprire brevi distanze possono essere necessarie molte ore di viaggio..in mancanza di un sistema ferroviario, di una minima rete autostradale, per gli spostamenti le opzioni per chi visita il paese sono le celeberrime “camionetas”, altri autobus di linea quasi sempre in pessima manutenzione e, per finire,shuttle bus privati da noleggiare…noi abbiamo fatto esperienza di tutti questi mezzi arrivando a preferire gli ultimi perché le prime, ex school bus americani, rappresentano un rischio per la propria sicurezza personale ad ogni singola corsa…sono condotte con una guida, per cosi’ dire, “sportiva”..sorpassi azzardati, velocità eccessiva, passaggi fuori carreggiata……eppure ogni giorno sono utilizzate regolarmente da donne in gravidanza o con più bambini piccoli al seguito, persone anziane.. e, non di rado, con il carico aggiuntivo di piccoli animali da cortile….quindi, se viene da auspicarsi che il Guatemala possa dotarsi o essere aiutato a dotarsi di trasporti ed infrastrutture migliori..non è certo perché i turisti possano andare più comodi..ma perche’ la sua gente possa muoversi con maggiore sicurezza….non a caso i quotidiani locali riferiscono di continuo dei numerosi incidenti stradali che si succedono…
….solo un frammento, per ora, da questo viaggio che, ovviamente, oltre l’incontro con le problematiche più evidenti che un paese povero presenta, ci ha messo difronte ad una terra che e’ un’esplosione di colori…dalla vegetazione ai prodotti di un’arte della tessitura che e’ espressione cromatica ed altamente simbolica assieme…una terra che con le sue testimonianze archeologiche catapulta nel passato mistico e religioso dei Maya….una terra che, nel sincretismo fra cultura pre-colombiana e mondo coloniale, testimonia della vitalità delle culture stesse, dei reciproci adattamenti ed arricchimenti…
Mi piace pensare che attraverso il cordone ombelicale anche il nostro bambino si sia nutrito insieme a noi di questa esperienza di vita veramente indimenticabile……tanto che oggi, appena rientrata, il cielo ed il paesaggio di questa giornata piovosa mi sembrano ancora piu’ grigi…

Commenti

“bello scatto,
complimenti !!!

31 Jan 2010 By miche

“bello scatto, bel commento, congratulazioni per quello che comunichi
28 Mar 2010 By trippa68

Per commentare fai il login


Altre opere in Ritratto - Figura

Beauty

By GIC

TORINO

By misia

indivisibili

By daveef