MOSTRE

Moments in Time

Dove: Galleria Angelica, Roma

Quando: Dal 13 al 28 dicembre 2017

Filippo Vinardi, con una sequenza di 18 fotografie di grande formato, realizzate per Salini-Impregilo, inaugura a Roma “MOMENTS IN TIME” nella prestigiosa sede della Galleria Angelica.

La mostra documenta il lavoro nel cantiere che attraversa la vita di ambienti naturali ancora intatti.
Le immagini catturano con intensità rappresentativa il legame tra l'elemento umano e l'ambiente circostante: uno sguardo personale che ferma la realtà ancora a favore di una poetica narrativa.

Filippo Vinardi intende proporre un viaggio simbolico attraverso gli scatti realizzati in Zimbabwe e Austria. Non è solo un percorso descrittivo: lo sguardo dell'artista si addentra nella materia che viene solcata dal passaggio umano, lasciando intatta la sua energia.
Non vi è nulla di prevedibile, di ricercato, di messo in posa. La forza della fotografia sta proprio nel tramutare quanto normalmente ci circonda in qualcosa di importante, di significativo, degno di uno occhio attento e di una riflessione prolungata. La sua è una ricerca dove l’uomo è protagonista, senza essere al centro dell’immagine. È la causa e al tempo stesso lo strumento di quanto vediamo, è colui che fa perché le cose accadano.

L’abilità di valorizzare l’identità umana più autentica contraddistingue, da sempre, il lavoro di Filippo Vinardi che inizia la sua carriera molto giovane, lavorando con prestigiosi studi di architettura, gallerie d'arte, agenzie di pubblicità e riviste di settore.
Oggi collabora con importanti aziende italiane per rafforzare la corporate image definendo, attraverso l'arte fotografica, un unicum nuovo.

Galleria Angelica, Via S. Agostino, 11, Roma
Dal 13 al 28 dicembre 2017
Orari: Lunedì e venerdì 8.15-15.30 Martedì, Mercoledì, Giovedì e Sabato 8.15-18.45 Domenica chiuso
Ingresso libero.

www.filippovinardi.com


RECENT WORKS ON CERAMIC

Dove: Minigallery, Assisi

Quando: 8/12/2017

La Minigallery è lieta di presentare Recent Works on Ceramic, la prima personale in galleria di Claudio Andreoli. Dopo le sculture lignee esposte alla Terza Biennale di Scultura di Piazzola sul Brenta, l’artista propone ad Assisi la recente ricerca composta da 30 “tavole” (18x14cm circa) in ceramica naturale o verniciata, con impressa l’immagine di una figura umana sempre più astratta, rarefatta.

L’argilla è per sua natura duttile, incapace di resistere alla forza; facile da manipolare, ha una predisposizione intrinseca a essere messa in forma. Partendo da queste riflessioni Andreoli ne ribalta l’approccio: da un lato riduce al minimo l’energia utilizzata, sottolineando gli incidenti involontari del lavoro, che diventano cicatrici durature. La modellazione come testimonianza di un metodo processuale. Dall’altra interviene sulla resistenza del materiale, stravolto da azioni violente: le proprietà fisiche consentono a linee, graffi, incisioni di dissolversi gradualmente nella massa stessa. Così, quelli che sono dei corpi, la sottile umanità che ossessivamente l’autore racconta, viene diluita in segni impercettibili, sostituita dall’imprevedibilità e dal caso. Anche la rottura in cottura o essiccazione (l’errore) può trasformarsi in opera, ricomposta con barre di piombo e gomma. In mostra, infine, sono presenti due tele di grandi dimensioni che perdono il telaio e acquistano, nella deformazione, la capacità di farsi struttura nello spazio.

E’ il quarto Sottocosto di Claudio Andreoli, un appuntamento che si concentra sul tema dell’accessibilità dell’arte; un progetto nato nel 2012 con la Takeawaygallery di Roma e che dopo il legno, il cemento e la pittura, approda alla Minigallery per insistere sull’analisi dei ruoli di gallerista, critico, artista e collezionista e del complesso rapporto tra gli ultimi due. Ciascuna tavola, proposta a una cifra irrisoria, perde nel momento dell’acquisizione la sua aura, assumendo quella di semplice “oggetto”; un esperimento sui processi e i meccanismi dello scambio; un cortocircuito che fa saltare la regola non scritta della corrispondenza tra prezzo e valore.

Info:
RECENT WORKS ON CERAMIC
Sottocosto 4
Di Claudio Andreoli

8 – 17 dicembre 2017
Vernissage: venerdì 8 dicembre 2017 ore 18
Orari: dal giovedì al martedì 10-18; mercoledì chiuso

MINIGALLERY
Di Stefano Frascarelli
Via Portica 26, Assisi PG
stefano.frascarelli@gmail.com | 3332946260 | www.minigallery.it
Ingresso gratuito


Norma P interpreta Qohelet

Dove: Galleria Pisacane Arte, Milano

Quando: 18-30 Dicembre 2017

Inaugurazione 18 Dicembre ore 18,30

“C’è un tempo per nascere e un tempo per morire, c’è un tempo per piantare e un tempo per sradicare, c’è un tempo per piangere e un tempo per ridere”. (Qohelet)

La poetica di Re Salomone (III secolo a.e.v), continua a incantare l’autrice di questa mostra che presenta 10 opere fotografiche - elaborate e fuse su livelli multipli- che si ispirano al “Qohelet”, a completamento e proseguimento della mostra “Cantico dei Cantici” esposta alla Biblioteca Storica Nazionale di Torino.

In questa opera senile di Re Salomone, viene esposto un contraddittorio tra il bene e il male.
La riflessione ruota intorno a due interrogativi: a cosa serve fare il bene e a cosa serve fare il male se la conclusione della vita è uguale per tutti e allora tutto sembra vano.
Re Salomone riflette sull’esistenza umana fragile e caduca, dominata dalla casualità e dalla transitorietà: “Fumo dei fumi, tutto non è che fumo” è la risposta al tormentoso interrogarsi sul senso delle cose terrene perché al pari dell’uomo si dileguano.

Nella foto “Nessun uomo è padrone del suo soffio vitale tanto da trattenerlo”
Delle persone camminano ignare su dei gusci rotti di uova; infatti la rotondità e la continuità della vita possono essere spezzati da minacce incombenti e incontrollabili.

Nella foto “Quello che accade è già stato, quello che sarà già è avvenuto”
Dal mare spuntano dei faraglioni affiancati da arancini di riso e un’antica testa siciliana contornata da cannoli e altri dolci; infatti gli oggetti antichi e le rocce hanno lo stesso grado di precarietà del cibo che è deperibili in pochi giorni.

Nella foto “Il vento va verso sud e piega verso nord. Gira e va sui suoi giri, ritorna il vento”
Un bambino guarda da un fantomatico balcone il vento e l’acqua che girano lungo il loro percorso.



Norma Picciotto è nata a Milano, dove vive e lavora. Negli anni ’70 fonda insieme a Giancarlo De Bellis, l’Agenzia De Bellis: tra le più note agenzie fotogiornalistiche italiane.
Giornalista pubblicista, documenta la storia complessa di Milano fino agli anni ’90.
Dal 2000, si dedica alla fotografia artistica e crea opere in digitale che rappresentano il suo mondo interiore e i legami con le sue radici. Si appassiona all’elaborazione digitale delle immagini di cui esperimenta e approfondisce le potenzialità espressive e nelle sue opere fonde in un’unica immagine vari scatti ripresi in luoghi e in tempi diversi, che plasmano un nuovo mondo visivo, spirituale e di sogno.
Dal 2011 Le sue foto vengono regolarmente esposte in gallerie e Istituzioni pubbliche di vari paesi tra cui Milano, Ferrara, Venezia, Torino, Trani, Colonia, Parigi, Tel Aviv, New York.
Dal 2014 è Membro effettivo della “European Academy of Sciences, Arts and Literature”.



PISACANE ARTE di Roberto Ungaro
Galleria Pisacane Arte. Milano
Inaugurazione 18 Dicembre ore 18,30

“C’è un tempo per nascere e un tempo per morire, c’è un tempo per piantare e un tempo per sradicare, c’è un tempo per piangere e un tempo per ridere”. (Qohelet)

La poetica di Re Salomone (III secolo a.e.v), continua a incantare l’autrice di questa mostra che presenta 10 opere fotografiche - elaborate e fuse su livelli multipli- che si ispirano al “Qohelet”, a completamento e proseguimento della mostra “Cantico dei Cantici” esposta alla Biblioteca Storica Nazionale di Torino.

In questa opera senile di Re Salomone, viene esposto un contraddittorio tra il bene e il male.
La riflessione ruota intorno a due interrogativi: a cosa serve fare il bene e a cosa serve fare il male se la conclusione della vita è uguale per tutti e allora tutto sembra vano.
Re Salomone riflette sull’esistenza umana fragile e caduca, dominata dalla casualità e dalla transitorietà: “Fumo dei fumi, tutto non è che fumo” è la risposta al tormentoso interrogarsi sul senso delle cose terrene perché al pari dell’uomo si dileguano.

Nella foto “Nessun uomo è padrone del suo soffio vitale tanto da trattenerlo”
Delle persone camminano ignare su dei gusci rotti di uova; infatti la rotondità e la continuità della vita possono essere spezzati da minacce incombenti e incontrollabili.

Nella foto “Quello che accade è già stato, quello che sarà già è avvenuto”
Dal mare spuntano dei faraglioni affiancati da arancini di riso e un’antica testa siciliana contornata da cannoli e altri dolci; infatti gli oggetti antichi e le rocce hanno lo stesso grado di precarietà del cibo che è deperibili in pochi giorni.

Nella foto “Il vento va verso sud e piega verso nord. Gira e va sui suoi giri, ritorna il vento”
Un bambino guarda da un fantomatico balcone il vento e l’acqua che girano lungo il loro percorso.



Norma Picciotto è nata a Milano, dove vive e lavora. Negli anni ’70 fonda insieme a Giancarlo De Bellis, l’Agenzia De Bellis: tra le più note agenzie fotogiornalistiche italiane.
Giornalista pubblicista, documenta la storia complessa di Milano fino agli anni ’90.
Dal 2000, si dedica alla fotografia artistica e crea opere in digitale che rappresentano il suo mondo interiore e i legami con le sue radici. Si appassiona all’elaborazione digitale delle immagini di cui esperimenta e approfondisce le potenzialità espressive e nelle sue opere fonde in un’unica immagine vari scatti ripresi in luoghi e in tempi diversi, che plasmano un nuovo mondo visivo, spirituale e di sogno.
Dal 2011 Le sue foto vengono regolarmente esposte in gallerie e Istituzioni pubbliche di vari paesi tra cui Milano, Ferrara, Venezia, Torino, Trani, Colonia, Parigi, Tel Aviv, New York.
Dal 2014 è Membro effettivo della “European Academy of Sciences, Arts and Literature”.





PISACANE ARTE di Roberto Ungaro
Via Pisacane 36 - 20129 Milano
pisacane36@gmail.com
www.pisacanearte.it

NORMA PICCIOTTO norma.picciotto@gmail.com
www.normapicciotto.com





Orario:
Lunedi - Venerdi: 10.00 - 19.00
Sabato: 10.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00
Domenica: CHIUSO - 20129 Milano
pisacane36@gmail.com
www.pisacanearte.it

NORMA PICCIOTTO norma.picciotto@gmail.com
www.normapicciotto.com





Orario:
Lunedi - Venerdi: 10.00 - 19.00
Sabato: 10.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00
Domenica: CHIUSO


“EMOZIONI DI ARTE E DI MODA”

Dove: Galleria Area Contesa Arte

Quando: 25 Novembre 2017

Esposizione collettiva

Titolo: “EMOZIONI DI ARTE E DI MODA”

Artisti: Maria Cecilia Bozzi – Michele Angelo Riorio – Marco Xavier Da Silva – Daniela Rebecchi – Pasquale Palladino – Franco Mari – Titta Vista – Salvatore Giarullo – Rosanna Cappello – Corrado Collepardi – Maridelia Cocchiara – Carla Paltoni – Maurizio Attisani

A cura di: Tina e Teresa Zurlo collaborazione: Tiziana Manoscalco

Dove: Galleria Area Contesa Arte – Via Margutta, 90 – Roma

Vernissage: Sabato 25 Novembre 2017 – ore 18.00

Durata: dal 25 Novembre al 2 Dicembre 2017

Ingresso: libero

Info-mail: evento@lesorelle.org Info-tel: 063337126


Sabato 25 Novembre 2017 si terrà, all’interno della poliedrica Galleria Area Contesa Arte, l’inaugurazione della Mostra “Emozioni di arte e di moda” curata da Tina e Teresa Zurlo, con il forte interessamento dell’artista Tiziana Manoscalco, in cui esporranno gli artisti Maria Cecilia Bozzi, Michele Angelo Riorio, Marco Xavier Da Silva, Daniela Rebecchi, Pasquale Palladino, Franci Mari, Titta Vista, Salvatore Giarullo, Rosanna Cappello, Corrado Collepardi, Maridelia Cocchiara, Carla Paltoni e Maurizio Attisani.

In occasione del vernissage della Mostra “Emozioni di arte e di moda”, l’Accademia Internazionale La Sponda, presieduta da Benito Corradini, organizzerà la grande “Festa di Arte e Cultura” in cui saranno presentate opere di famosi Maestri e Artisti di rilevanza internazionale, tra cui Remo Brindisi, Vincent Apap, Simon Benetton, Grazioso David, Mario Russo, Sandro Trotti, Teo Di Cicco, Ferdinando Codognotto, Luciano Ventrone, Gale/Silvana Galeone, Alì Aljabiri e Azzam Albazzaz.

Durante la serata la stilista Sladana Krstic, in omaggio agli artisti della mostra, presenterà le sue ultime creazioni di Alta Moda.

Un piacevole cocktail allieterà la serata.

Tra gli invitati personaggi e personalità della cultura, dell’arte, vip, giornalisti tv, della stampa estera, nonché agenzie e fotoreporter.

Galleria Area Contesa Arte:

Gli spazi di Area Contesa Arte sono poliedrici e predisposti ad ospitare diverse forme di espressione artistica. La struttura concettuale degli spazi è studiata su due percorsi paralleli, uno denominato “Evoluzione dell’Arte” che racchiude forme d’espressione classiche (arti visive, letteratura, musica, ecc.) seguendo il percorso evolutivo di quella che da sempre è l’arte nella sua accezione più storica, l’altro denominato “Metamorfosi Creative” che punta l’attenzione su tutte quelle forme di comunicazione artistica figlie dei nostri giorni (design, moda, gioiello, food d’autore, ecc.).
Il progetto di Tina e Teresa Zurlo nasce volutamente in una delle vie più rappresentative e carismatiche romane, Via Margutta al civico 90, una via che da sempre ha rivestito un ruolo fondamentale nella realtà artistica capitolina e italiana e dove si sono avvicendate le storie di personaggi cardine della cultura artistica contemporanea come Fellini, la Magnani fino a Pasolini e De Chirico.
Area Contesa Arte non è una “galleria” nel senso più comune del termine, è un concetto che abbraccia l’arte a 360°, un Concept Art Shop dove l’arte non si compra e basta ma si vive in tutte le sue espressioni.

Ufficio stampa: Silvia Cicio


Arte & Parole

Dove: Galleria Gard - Roma

Quando: 21/11/2017 - 04/12/2017

Esposizione Collettiva di Arte Contemporanea e Poesia

TITOLO: Arte & Parole
ARTISTI: Lorenza Bucci Casari - Vinicio Butò - Melchiorre Carrara - Mauro Crisari - Carla Federici - Stefania Federici - Sonia Mazzoli - TrasformArte
A CURA DI: Sonia Mazzoli - STAFF: Silvia Cicio
PRESENTAZIONE READING POETICO a cura di: Melchiorre Carrara
DOVE: GARD Galleria Arte Roma Design - V. Dei Conciatori 3/i (giardino interno) M Piramide
INAUGURAZIONE: Martedì 21 Novembre - dalle ore 19.00
DURATA : Dal 21 Novembre al 4 Dicembre 2017
ORARI: Dalle 16.30 alle 19.00 - dal lunedì - al venerdì - ( altri giorni e orari su appuntamento)
INGRESSO: libero - Infotel: +39 340.3884778 - Infomail: soniagard@gmail.com

La Galleria GARD presenta da martedì 21 novembre 2017 la IX° edizione della mostra ARTE & PAROLE , esposizione collettiva di Arte Contemporanea, sono sette gli artisti selezionati diversi per stile, linguaggi e tecniche usate, l'obbiettivo è creare un'esposizione ricca di generi artistici che rende omaggio alla parola creando una con-fusione tra comunicazione verbale e visiva, il comune denominatore delle opere in esposizione è l’unione dell'opera con la parola, intesa non solo come parola reale, ma come verso, poesia, a volte immaginaria, collegata inconsciamente all'opera stessa.

Parte della serata inaugurale sarà dedicata ad una Presentazione Reading a cura di: Melchiorre Carrara Che ci introdurrà al suo ultimo lavoro poetico, VERSI ESPOSTI - Poesie in 5 focali
Edizioni Progetto Cultura, con Prefazione di Maria Letizia Avato e Postfazione Luciana Raggi.
Accompagneranno la serata alcuni fra i più significativi nomi della poesia contemporanea , con performance poetiche live

Artisti esponenti:

Lorenza Bucci Casari: Nasce a Roma, da padre italiano e madre francese, cresce in un ambiente artistico ed internazionale. Scrive da sempre, di tutto ed in varie lingue, ma la poesia è la sua prima spontanea forma di espressione ed anche la più costante,che spesso accompagna i suoi quadri. Medico per molti anni non smette mai di scrivere. ma da una quindicina d'anni... si scopre artista eclettica: dipinge, fa installazioni ed opere tridimensionali anche grandi e spesso luminose. Crea Gioielli, molto vari, anche per l'alta moda, collaborando con vari stilisti. anche per Raffaella Curiel tra Roma e Milano. Ha esposto in tutto il mondo e vinto vari premi .La sua ultima personale con retrospettiva si è svolta nel 2012, a Roma. Nel 2013, nelle Marche, allestisce “Trasparenze”, una sua personale, presentando una collezione inedita realizzata in plexiglass. Poi, 9 anni fa , realizza il suo sogno e crea di sana pianta, un Art Hotel a Bahia in Brasile www.aossinosdosanjos.com - www.lorenzabuccicasri.com.

Vinicio Butò: Fin da bambino ha avuto a che fare con il disegno, ma non come di solito fanno i bambini che fanno disegni di fantasia. A lui piaceva fare ritratti, riprodurre le sembianze umane. Quando aveva otto anni i genitori gli regalarono una scatola di acquerelli. Cominciò così ad avere a che fare con il colore. Intorno ai 14 anni inizia ad utilizzare l’olio. Dipingeva principalmente paesaggi ed alcuni suoi quadri vennero venduti a turisti americani che visitavano Napoli, città dove viveva. Terminato il Liceo scelse la facoltà di Ingegneria, e dopo la laurea ha lavorato come ingegnere per 50 anni, senza però mai lasciare la pittura e soprattutto, la voglia di esprimere, in modo personale, il suo mondo interiore. Fu presentato al pittore Emilio Notte, che accettò di fargli da maestro. Erano gli anni ’60. L’incontro con Emilio Notte è stato per lui determinante; gli insegnò a guardare la realtà con occhio da pittore e ad esprimere sulla tela la realtà che aveva dentro, non quella oggettiva esterna. Ha cominciato a seguire la filosofia del cubismo e della pittura metafisica. Ha utilizzato tutte le tecniche: grafite, pastello, olio, acrilico, collage, materica. I temi dei suoi quadri sono sempre stati storie di vita, avvenimenti recenti che lo avevano colpito. In quel periodo conosce altri pittori importanti. La moglie di Emilio Notte, Maria, pittrice anch’essa, che apprezzò la sua pittura e che volle presentarlo a Mario Persico. Bruno Donzelli. A Parigi conobbe Lucio Del Pezzo, che lo accolse con amicizia essendo anche egli allievo di Emilio Notte. Gli diede utili consigli soprattutto di carattere tecnico. Negli anni 2000 sono rimane isolato per molto tempo. A seguito della malattia di sua moglie. Nel 2015 riprende in mano i pennelli e ritrova la sua pittura. Ha pensato, studiato e realizzato un ciclo di quadri ispirati alle forti emozioni provate a seguito di eventi drammatici della nostra storia recente. Rappresentano il suo desiderio di partecipare al dolore con la visione purificatrice della pittura.

Melchiorre Carrara: Nasce l’11 novembre 1953 a Roma dove vive. Si interessa prestissimo alla fotografia, “scoperta” durante i primi anni del liceo. Sono gli anni del bianco e nero, di notti di lavoro in camera oscura, della sperimentazione a tutto campo di tecniche, inquadrature, generi fotografici e rispettivi linguaggi; una formazione da autodidatta, coadiuvata da studi e approfondimenti continui, che seguitano ancora oggi. Negli anni ‘90 si avvicina al mondo del teatro, maturando esperienza nelle foto di scena; occasione che lo porterà anche ad accostarsi alla recitazione. Oggi fotografa prevalentemente in digitale, pur conservando l’atteggiamento del fotografo che usa la pellicola, dotato della necessaria parsimonia nello scattare, della curiosità paziente, necessaria per catturare l’immagine giusta, senza la frenesia che porta a riempire velocemente le “schede di memoria” e a perdere il vero “attimo fuggente”. Unisce l’estetica fotografica alla poesia, che coltiva sin dall’adolescenza, e che riversa nelle sue fotografie, sempre indirizzate alla ricerca del dettaglio, del particolare rivelatore che, seppure sembri allontanare dalla “totalità” dell’immagine, restituisce, invece, il senso estetico ed etico della “visione” che vuole suggerire ma non indicare in modo troppo esplicito. Nel 2010 pubblica la raccolta di poesie “Ad altezza d’uomo”

Mauro Crisari: Nasce a Roma. Si diploma all'Istituto Tecnico per Geometri “ Leon Battista Alberti”. Alla fine degli anni 70, inizia il percorso universitario iscrivendosi alla Facoltà di Architettura di Fontanella Borghese. Da sempre affascinato dal mondo dell’Arte, frequenta corsi di Storia dell’Arte e di Pittura. Ma la sua formazione avviene in modo naturale, con le varie esperienza maturate nel corso degli anni, nell'azienda fondata dal nonno nel 1954, che opera nel settore degli allestimenti fieristici e scenografici. Dal 1993 al 2008 è responsabile della Pages & Pages, società leader nel campo della Grafica computerizzata e della Comunicazione. Le sue opere attingono costantemente dalla grafica, dalla comunicazione e al vissuto quotidiano, la sua arte è molto vicina alla Sreet Art, meglio definibile come una New Pop Art. Già protagonista di diverse esposizioni personali e collettive, attualmente vive e lavora a Roma dove partecipa alla realizzazione di grandi eventi per primarie aziende Italiane e Straniere.

Carla Federici: Nasce a Roma. Fin da piccola è attirata da tutte le forme d'arte, dalla pittura alla scrittura, musica, cinema. Il suo mondo immaginario è molto fertile e inizia a scrivere come forma di conoscenza prima ancora di avvicinarsi alla pittura. Dopo gli studi frequenta la Scuola d'Arte a Roma, e poco dopo esporrà suoi lavori in alcune mostre. Ha occasione di viaggiare molto approfondendo sempre più il suo rapporto con la natura e l'arte. Nel 1985 partecipa alla mostra "Forme d'acqua Colori d'Ombra", Galleria Underwood di Roma, nel 1985 alla Galleria Incontro d'Arte è presente in una collettiva con suoi lavori su carta e interviene nel 1988 nella mostra "L' Oggetto scultura": Al di là della Funzione quando L 'Oggetto diventa Opera" curata da Emanuele Marano e Mario Verdone "Galleria Perspectiva" Roma. Negli anni 90 lascia Roma e si trasferisce a Buenos Aires dove sarà a stretto contatto con l'ambiente artistico bonaerense . Nel 1993 per la cura di Guido Novi con testi di Simona Weller e Laura Russo interviene nella collettiva "Guido io vorrei.." con l'opera "Nel tempo" Palazzo Ducale Mantova- Mostra itinerante. Seguiranno altre esposizioni, tra cui quella al Casal de Catalunya di Buenos Aires. Rientra a Roma nel 2001 dove esporrà in "Collezione di Farfalle". 100 Farfalle d'Artista" a cura di Paolo Balmas e M. Ruiu presso lo Studio Oscar Turco Roma.

Stefania Federici : Nasce a Roma il 28 marzo 1959 in una famiglia dove l’arte e la musica avevano uno spazio importante. Inizia un percorso molto personale da autodidatta, in cui intreccia il disegno a china, quasi miniaturistico con parole e poesie ispirate ai segni stessi o a stati interiori. Più tardi frequenta il corso pittorico della Scuola d’arti Ornamentali San Giacomo, sperimentando varie tecniche pittoriche e ha modo di sperimentare le antiche tecniche di preparazione dei colori. Partecipa con altri artisti ad alcune collettive.
Nel 1984 viene invitata a partecipare ad uno studio sulle forme d’arte ed espressione delle persone con disturbi della personalità. Nel 1989 si trasferisce ad Hamburg, dove scopre la fotografia e i boschi incantati nordici, collezionando tanto materiale con cui preparerà la base di collage anche digitali. Nel frattempo viaggia soprattutto nelle isole, continuando il suo lavoro di scrittura, pittura e fotografia.

Sonia Mazzoli: Nasce a Roma il 30 dicembre del 67, inizia il suo percorso creativo giovanissima manipolando argilla in un ambiente familiare molto creativo che assieme al gusto del creare dal nulla le dà la spinta iniziale. Comincia realizzando gioielli per poi proseguire le sue sperimentazioni con disparati materiali come pietre dure, cartapesta , con una spiccata predilezione per il riciclo. Le sue principali fonti di approvvigionamento sono le discariche e la mania di conservare sempre tutto! Consegue il Diploma di Maestro d’Arte al Silvio D’Amico di Roma e frequenta l’Accademia di Belle Arti di Roma sez. Scenografia. Nel 95 è socia fondatrice di GARD Galleria Arte Roma Design.

TrasformArte: Daniela di Gregorio Zitella nasce in Francia il 17 10 66 vive a Sulmona. Una madre musicista un padre elettricista, una nonna sarta e un nonno nelle costruzioni. L arte e la creatività sono da sempre il suo pane quotidiano. Inizia come vetrinista, ma la sua fantasia si fa largo nelle scenografie teatrali, nelle tradizioni popolari, negli eventi musicali e fumettistici. Il tutto ha sempre un comune denominatore l’Arte del riciclo creativo “ far vivere il vecchio con il nuovo, la tradizione con il futuro”.

Cenni Storici - Galleria Arte Roma Design:
Nasce nel 1995, con la funzione di editore, promotore, produttore e distributore di Arte e Design Autoprodotto. Nel tempo le sono stati riconosciuti contenuti di particolare creatività e fantasia sia da Istituzioni Pubbliche sia dai media che hanno seguito sempre con grande interesse l’evoluzione della Galleria diventata un importante punto nevralgico per gli artisti emergenti, un punto di raccordo e sperimentazione. Negli anni, numerosi personaggi del mondo della pittura, del design, della poesia, del teatro e del cinema, si sono avvicinati alla Galleria collaborando con il suo staff in numerose iniziative. Dal 1997 GARD sceglie come ubicazione uno spazio di 600 mq. tra il Gazometro e la Piramide Cestia, ex zona industriale del vecchio porto fluviale di Roma; spazio multifunzionale che si presta periodicamente per esposizioni ed eventi di arte, design e cultura, affiancando attività di promozione a laboratori creativi dedicati alla manualità, dedicando una specifica attenzione alla sperimentazione di nuovi linguaggi artistici e all'utilizzo di materiali di recupero e riciclo. Il 20 ottobre 2011 la Galleria viene coinvolta nell'alluvione di Roma ed è costretta a chiudere. Ci vogliono tre anni per poter bonificare e riqualificare i locali, tamponare e far fronte ai molti danni, viene fatto un progetto e un intervento di riduzione spazi e nuova destinazione d’uso di alcune aree. GARD, ha saputo tuttavia far fronte, specie in questi ultimi anni, agli innumerevoli problemi insorti con la solita volontà e grinta che l’hanno sempre contraddistinta.


ホテル Hotel - Surrogates

Dove: KromArt gallery - Roma

Quando: 14 dicembre 2017

ホテル Hotel - Surrogates
Josiane Keller
Anteprima nazionale
Video installazione


Josianne Keller è un artista di origine tedesca che vive e lavora negli Stati Uniti ed è tra le più prolifiche e interessanti della scena contemporanea. Viene qui proposta con un lavoro intitolato Hotel-Hotel. Hotel-Hotel presentato come una foto-video-istallazione è un lavoro potente, capace di provocare forti reazioni emotive. L’autrice si interroga sull’identità dell’essere e sui demoni che attraversano l’esistenza degli individui. Stilisticamente ispirato dalla "Ballad of Sexual Dependency" di Nan Goldin si compone di circa 3000 immagini. L’opera, che vede come attori la partecipazione di pupazzi d’argilla realizzati dall’autrice stessa all’interno di scenografie costruite anche avvalendosi di immagini fotografiche degli anni settanta e ottanta, anima storie ispirate a vicissitudini personali e vicende prelevate da fatti di cronaca quotidiana o accadimenti politici. Hotel-Hotel è stato esposto presso gallerie d’arte di Tokyo, Budapest, Chicago, Los Angeles, New York.

Kromart Gallery
Roma
Via Vestri 28

Dal 14 dicembre al 21 dicembre 2017
Vernissage giovedì 14 dicembre ore 19.00

Orari:
Da lunedì al venerdì dalle dalle 16.00 alle 19.30
Sabato su appuntamento – Domenica chiuso
In occasione delle Passeggiate romane a cura del Mibact - Fotografia.Italia
Domenica 17 dicembre la galleria è visitabile dalle 16.30 alle 17.30
(consigliata prenotazione)

Info phone +3933885785977
Mail kromartgallery@gmail.com
Site www.kromart.it
http://www.josianekeller.com/


Ad ArtePadova torna l'Arte di

Dove: ArtePadova Stand 196 Pad. 7

Quando: 10-13/11/2017

Bettini & Co Gallery si presenta ad ArtePadova con uno stand dedicato ad ospitare la mostra “Karlos Pérez: la seduzione della memoria”, dedicata all’artista cubano.
Ma non solo, saranno presenti anche le opere di altri nomi di eccellenza cubani: Kcho, Roberto Fabelo, Elieser Gomez, Wilfredo Lam, Alfredo Sosabravo, Antonia Eiriz e Tomàs Sànchez.

Pérez viene dalla mostra ospitata al Palazzo della Cancelleria di Roma, che ha visto il patrocinio dell’Ambasciata di Cuba presso la Santa Sede e del Pontificio Consiglio della Cultura, avvalendosi del sostegno di Bettini & Co Gallery, di Mediolanum e di Medica srl.

Karlos Pérez, Nato a Camagüey nel 1990, “riesce a recuperare certe preziosità legate a vecchie fotografie per proiettarle nell’oggi sottolineando l’ineguagliabile pregio della memoria”, come scrive Luciano Caprile nel saggio in catalogo e aggiunge: “Egli prende a pretesto quelle icone (ovvero il loro spirito di intrigante reliquia) intervenendo su di esse per recuperarne e per rinnovarne il valore espressivo”. Nella circostanza vengono esposte ventiquattro grandi tele ricavate da simili suggestioni: le figure sembrano lievitare dall’impasto della materia, da una sorta di fioritura di sostanza che evidenzia certe sottolineature pittoriche: si aggiunge così un’ulteriore, palpabile nota narrativa (dovuta anche a una modulata presenza del colore) alla primitiva interpretazione essenzialmente fotografica.

Lo stand è curato interamente da Eriberto Bettini. Per l'occasione avrà l'onore di ospitare, nella giornata inaugurale di ArtePadova, giovedì 9 novembre 2017, l’Ambasciatore di Cuba presso la Santa Sede, Sua Eccellenza Jorge Quesada.

Info:
Bettini & Co Gallery

ArtePadova
Stand 196
Pad. 7

PadovaFiere
Ingresso da Via Niccolò Tommaseo, Padova, per accesso Pad. 7 e 1

10 – 13 novembre 2017
Orari apertura 10.00 – 20.00

Contatti: 340.5998103 info@bettinigallery.it


ROMA IN 9 TAPPE

Dove: GARD Galleria Arte Roma Design

Quando: 26 Ottobre - dalle ore 19.00

Contest Fotografico
PATROCINATO dal Comune Di Roma - Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale
TITOLO: ROMA IN 9 TAPPE
CONTEST FOTOGRAFICO: Associazione Luigi De Andreis e l’Associazione Villaggio Cultura Pentatonic
ARTISTI: Valerio Antoni - Marco Biordi - Spartaco Coletta - Teresa Comberiati - Lorenzo Cosentino Giovanna De Andreis - Marta Fiorani - Alessandro Gallo - Marcello Guerrieri - Monica Lombardi Mariella Marcelli - Antonella Peppe - Elisabetta Pistidda - Stefano Puhalovich - Silvia Stucky
COORDINAMENTO: Antonella Peppe - CURATELA: Sonia Mazzoli
DOVE: GARD Galleria Arte Roma Design - V. Dei Conciatori 3/i (giardino interno) M Piramide INAUGURAZIONE GARD: Giovedì 26 Ottobre - dalle ore 19.00
DURATA: 27 - 28 - 29 Ottobre 2017 - ORARI: 17.00/19.30
INFO: Associazione romain9tappe@gmail.com - Gard soniagard@gmail.com

La seconda esposizione della stagione 2017/2018 che propone la GARD Galleria Arte Roma Design, è dedicata alla fotografia, si tratta di un Concorso dal titolo “Roma In 9 Tappe” . Saranno presentati 16 autori, con una selezione accurata di scatti sul tema.
Il Contest, ideato dall’Associazione Luigi De Andreis e dall’Associazione Villaggio Cultura Pentatonic, dal titolo “Roma In 9 Tappe” prende spunto da un capitolo del libro scritto da Luigi (un percorso in nove tappe, suggerito al neo Sindaco di Roma da fare rigorosamente con i mezzi pubblici): 9 luoghi di Roma importanti a livello storico e di cronaca, catturati da diversi Fotografi che si sono messi in gioco per dare il loro personale punto di vista.

I Luoghi sono: 1) Campidoglio, Vittoriano, 2) Porta San Paolo, 3) Ponte Dell'industria monumento fucilazione 10 donne da parte dei tedeschi, 4) Fosse Ardeatine, 5) Scalo San Lorenzo Parco dei Caduti, 6) Via Fani uccisione scorta A. Moro, 7) Forte Bravetta, parco dei Martiri, 8) Tor di Quinto, Fermata Roma Nord , uccisione Giovanna Reggiani,9) Campo de'Fiori Giordano Bruno

Artisti Fotografi selezionati: Valerio Antoni - Marco Biordi - Spartaco Coletta - Teresa Comberiati - Lorenzo Cosentino - Giovanna De Andreis Marta Fiorani - Alessandro Gallo - Marcello Guerrieri - Monica Lombardi - Mariella Marcelli - Antonella Peppe Elisabetta Pistidda - Stefano Puhalovich - Silvia Stucky

Un po’ di storia per capire meglio: L’associazione culturale e di promozione sociale “Luigi de Andreis” è un’associazione senza scopo di lucro nata nel 2014 a seguito dell’improvvisa scomparsa di un amico, Luigi de Andreis che si definiva “ Cittadino Italiano. Buona cultura tecnica e generale. Passabile cuoco. Spero discreto genitore e marito”. Di professione ingegnere, era una persona che sommava in sé una moltitudine di interessi. Nell’identificarne i tratti salienti chi lo conosceva, ne sottolinea la grande curiosità, lo spirito di condivisione che si realizzava in una casa sempre aperta e nell’animazione di un blog oggi divenuto un libro, la creatività e l’ingegnosità che lo spingeva a sperimentare, costruire, esplorare, la grande attenzione all’altro. E’ intorno a queste caratteristiche che è nata l’idea dell’associazione.
“Le persone care non muoiono del tutto se siamo consapevoli che un pò di loro è in ogni persona che li ha conosciuti e che ne porta nel suo presente un gesto, un modo di fare o di pensare, la ricetta di una torta. Questo non aiuta a non soffrire, ma a sentire meno l'abbandono, ad accettare il presente senza vivere nel rimpianto, ma piuttosto nel ricordo.”

Cenni Storici Galleria GARD:
Galleria Arte Roma Design: Nasce nel 1995, con la funzione di editore, promotore, produttore e distributore di Arte e Design Autoprodotto. Nel tempo le sono stati riconosciuti contenuti di particolare creatività e fantasia sia da Istituzioni Pubbliche sia dai media che hanno seguito sempre con grande interesse l’evoluzione della Galleria diventata un importante punto nevralgico per gli artisti emergenti, un punto di raccordo e sperimentazione. Negli anni, numerosi personaggi del mondo della pittura, del design, della poesia, del teatro e del cinema, si sono avvicinati alla Galleria collaborando con il suo staff in numerose iniziative. Dal 1997 GARD sceglie come ubicazione uno spazio di 600 mq. tra il Gazometro e la Piramide Cestia, ex zona industriale del vecchio porto fluviale di Roma; spazio multifunzionale che si presta periodicamente per esposizioni ed eventi di arte, design e cultura, affiancando attività di promozione a laboratori creativi dedicati alla manualità, dedicando una specifica attenzione alla sperimentazione di nuovi linguaggi artistici e all'utilizzo di materiali di recupero e riciclo. Il 20 ottobre 2011 la Galleria viene coinvolta nell'alluvione di Roma ed è costretta a chiudere. Ci vogliono tre anni per poter bonificare e riqualificare i locali, tamponare e far fronte ai molti danni, viene fatto un progetto e un intervento di riduzione spazi e nuova destinazione d’uso di alcune aree. GARD, ha saputo tuttavia far fronte, specie in questi ultimi anni, agli innumerevoli problemi insorti con la solita volontà e grinta che l’hanno sempre contraddistinta.

Ufficio Stampa - Silvia Cicio


ArtePadova: dal 10 al 13 novem

Dove: Quartiere Fieristico di Padova

Quando: 10-13 novembre 2017

Anche quest'anno i Padiglioni 1, 7 e 8 di Padova Fiere saranno animati dalla 28ª edizione di ArtePadova, una tra le più longeve manifestazioni nel mondo dell'Arte in Italia, che avrà luogo dal 10 al 13 novembre 2017.

Quattro giorni all'insegna dell'arte, con oltre 15.000 opere in mostra su 28.000 mq di superficie, la partecipazione di oltre 300 espositori e una media di 26.000 visitatori per anno, in uno dei distretti fieristici più produttivi d'Europa dalla forte risonanza nazionale e internazionale.

ArtePadova si caratterizza per riuscire a coniugare il mercato dell’arte moderna e contemporanea presentando ogni anno un'ampia rosa di artisti selezionati fra le migliori firme italiane e straniere, in un valzer di correnti artistiche che vanno dal Futurismo all’Informale, dall'Arte Zero alla Pop Art sino all'Arte Concettuale e all'Arte Povera. Anche quest'anno la kermesse permetterà un’ampia varietà di scelta per tutti i visitatori.

Per i collezionisti che vogliono puntare sui cavalli vincenti, la mostra presenterà una selezione di grandi interpreti dell’arte italiana del ‘900, come Lucio Fontana, Mario Sironi, Achille Perilli, Arnaldo Pomodoro, Piero Manzoni, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Emilio Isgrò, Agostino Bonalumi, Carla Accardi, Tano Festa, Franco Angeli, Michelangelo Pistoletto e il fenomeno Alighiero Boetti, per citarne solo alcuni.

Per chi invece è interessato al cosiddetto “oceano blu” del mercato, la kermesse proporrà artisti dalle quotazioni sempre più in ascesa fra cui Paolo Cotani, Beatrice Gallori e Tino Stefanoni.

ArtePadova già in passato si è infatti distinta per saper intercettare le nuove tendenze del mercato, ad esempio lanciando il gruppo d’avanguardia giapponese Gutai, di cui anche quest'anno si potranno ammirare opere selezionate, ma anche promuovendo i Maestri dell’Estroflessione come Enrico Castellani, Agostino Bonalumi e Turi Simeti, i cui lavori saranno anch'essi presenti in questa imminente edizione.

Non solo firme nazionali ma anche internazionali, come quella di Nobuyoshi Araki, considerato il più spregiudicato e osannato fotografo contemporaneo giapponese.

ArtePadova non è solo un importante palcoscenico per artisti affermati o che si stanno affermando, ma anche per talenti emergenti che saranno presenti nella sezione Contemporary Art Talent Show, riservata a gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi che presentino opere d'arte dal costo inferiore ai 5000Euro, arricchita quest'anno dal Premio C.A.T. e dalla prima edizione del Premio Mediolanum, confermando ancora una volta il primato di ArtePadova nella promozione del domani dell'arte.

Una rassegna arricchita da eventi collaterali, un vivace calendario di incontri, conferenze e performance dal vivo, attesa ogni anno da un numero considerevole di operatori, visitatori, investitori e collezionisti provenienti da ogni angolo d'Italia ed Europa che porterà questa edizione ad essere oltre che terreno di scambio anche terreno di semina e fermentazione di idee, progetti, conoscenze, abitudini consolidate e nuove rivolte al prodotto artistico.

Per visitare ArtePadova è possibile scaricare il BIGLIETTO RIDOTTO SPECIALE A 1€ compilando il form all'indirizzo: http://www.artepadova.com/biglietto-ridotto/


DATE:
10-13 novembre 2017
PREVIEW AD INVITI
giovedì 9 novembre dalle ore 18.00
ORARI
da venerdì 10 a domenica 12 novembre dalle 10.00 alle 20.00
lunedì 13 novembre dalle 10.00 alle 13.00
SETTORI
Arte Moderna e Contemporanea; Contemporary Art Talent Show; librerie ed editoria d’arte
DOVE
Quartiere Fieristico di Padova PAD. 1,7, 8
INGRESSI
Via Niccolò Tommaseo ACCESSI AI PAD. 7 e 1
Via Rismondo, Gate L Park Nord ACCESSO PAD. 8
TITOLI D’INGRESSO
Biglietto intero: € 8,00
Biglietto ridotto: € 4,00
Riservato a gruppi (minimo 10 persone), Forze dell’Ordine, persone over 65, agli studenti universitari (gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l’accertamento dell’appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale), ai diversamente abili (l’accompagnatore ha diritto all’ingresso omaggio), ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni.
Biglietto ridotto speciale: € 1,00
Riservato ai soci AICS, ASI, CENTRO ZIP, CRAL, CSEN, DLF, NOI, Touring Club, Università Popolare di Padova. Gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l’accertamento dell’appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale.
Ingresso gratuito:
Riservato ai possessori di Carta Feltrinelli e a un loro accompagnatore; ragazzi fino a 10 anni compresi, e tutte le scolaresche, compresi gli accompagnatori, previa richiesta alla Segreteria Organizzativa via mail o fax.
NB: Nel quartiere è consentito l’ingresso agli animali di piccola taglia al guinzaglio e di media e grande taglia al guinzaglio con la museruola.

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
NORD EST FAIR SRL
Via A. Costa, 19 – 35124 Padova
Tel (+39) 049 8800305
Fax (+39) 049 8800944
E-mail giulia@fierenef.com

www.artepadova.com

Follow us on Facebook:
https://www.facebook.com/ArtePadovaOfficialPage/
https://www.facebook.com/events/1466867556767472/
Twitter: @ArtePadova


Delta / d'Acqua

Dove: Rondinella - Portoverrara (FE)

Quando: 14/10/2017

Bipersonale dei progetti 'Delta', di Alessandro Passerini e 'd'Acqua, d'Aria e delle Genti' di Maria Barbara Tartari.

'Delta', di Passerini, è nato alla morte del padre. Un indagare sulla sua vita in queste terre in cui l’acqua scandiva il tempo. Partendo dal silo in cui è nato, ha incontrato una memoria ancora viva, e nella casa che fu ’dell’Agnese che va a morire’, ormai sommersa, ha ritrovato un mondo ormai lontano.

'd'Acqua, d'Aria e delle Genti', della Tartari, è invece un'indagine di come vengano vissuti tuttora questi luoghi, nelle cui acque la fotografa rinasce e ritrova nuovi modi di vedere e respirare.

I due progetti si uniscono in occasione della 13^ edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, che si terrà il prossimo 14 ottobre, e vengono presentati nell'originale ed inconsueta veste de 'la Rondinella', a Portoverrara (FE), location totalmente immersa nei paesaggi ritratti dai due fotografi.

La mostra sarà visitabile fino al 18 novembre. Al suo interno sarà possibile trovare anche i cataloghi dei due progetti, e non sarà difficile incontrare gli stessi autori.

Un evento che conferma i talenti di Passerini e Tartari e restituisce allo spettatore un nuovo modo di riscoprire una quotidianità ricca di particolari e meraviglie, spesso invisibili ma inconsapevolmente presenti.


Pagine1234...23